Milano Design Week 2019 – Anteprima mondiale della linea “ONE PIECES” di RIVAVIVA

Milano Design Week 2019 – Anteprima mondiale della linea “ONE PIECES” di RIVAVIVA

L’Arte di Maurizio Nazzaretto e il Design Riva si fondono dando vita  dei veri pezzi unici e inimitabili.

Nello Spazio RivaViva di Milano, durante la giornata open di giovedì 11 Aprile, il design, l’arte, la salute e la sostenibilità si fondono per creare arredi “unici e irripetibili”. La linea “pezzi unici” coinvolgerà artisti pronti a sposare la filosofia di RivaViva.

A inaugurare la nuova linea “pezzi unici” inventata dal visionario-creativo Marzio Villari, sono l’artista Maurizio Nazzaretto, l’architetto Cristina Riva e l’interior designer Alessandra Taravacci. Nazzaretto con la sua opera propone un’ironica e disincantata metafora della condizione umana, da sempre il tema centrale del proprio lavoro. Nella lavorazione dei suoi pianali in legno infatti si percepisce una dimensione di spaesamento e irriconoscibilità di tempo e spazio che sono le principali coordinate dell’esistenza umana. «Sono opere che rappresentano città immaginarie, piante urbane come bassorilievi in cui vivono mosche antropomorfe che si nascondono nei buchi del legno. Il tessuto urbano è devastato, logoro e diventa quasi il luogo della paura in cui l’uomo è sempre solo e cerca rifugio», dice Nazzaretto.

Durante l’anteprima, alla presenza dell’artista, i presenti hanno potuto portare il loro contributo partecipando così alla creazione del nuovo tavolo-mappa scrivendo direttamente su un pezzo di legno, la parola che più rappresenta la loro città ideale. Tutte queste parole diventeranno il prossimo tavolo della linea “pezzi unici” di Riva.

Il tavolo AaltoArt è disegnato dall’architetto Cristina Riva e riprende l’incastro disegnato dall’architetto Paola Balderacchi, completato da un cristallo che permette la visione dell’opera in ogni momento e nello stesso tempo sempre usufruibile. Il tavolo OndaViva dell’interior designer Alessandra Taravacci si collega visivamente al meccanismo a ribalta del tavolo stesso che diventa “double face”: opera d’arte da vedere e godere e insieme anche piano utilizzabile.

Tutti i tavoli che saranno prodotti saranno uno differente dall’altro, proprio come un’opera d’arte, e si potranno ordinare con le misure più consone al Cliente, in perfetta sintonia con la storica esperienza “su misura” di Boiserie Riva.

2018 Eco Awards

2018 Eco Awards

Milan Design Week 2018

Eventi fuori salone da RivaViva

Design, salute e sostenibilità si mettono in gara a Milano per la Design Week: Riva Arredamenti lancia il Primo “RivaViva Eco Awards”, premio da assegnare ai migliori mobili ecologici.

Nello Spazio RivaViva del quartiere Isola, oltre agli arredi dalla esclusiva lavorazione in legno firmati dallo storico marchio brianzolo, arriverà l’arredamento creato dai progettisti della “Scuola di Sarajevo” – rappresentata dalle aziende Artisan e Gazzda, con cui collaborano designer di fama internazionale come Salih Teskeredzic e Mustafa Cohadizic – che riprendono la tipica abilità e manualità degli intagli del legno della tradizione locale e che solo RivaViva rappresenta in esclusiva in tutta Italia.

Ogni pezzo esposto nello showroom, realizzato con amore e raffinata cura artigiana, non è solo un elemento di arredo, ma un esempio di arte decorativa moderna. Il compito di votare quello che meglio rappresenta la sintesi tra natura, bellezza e innovazione spetterà a giornalisti (che assegneranno l’Exclusive Eco Award 2018) e pubblico (che voterà il Testing Eco Award 2018) che avranno a disposizione delle schede su cui indicare il numero del mobile selezionato.

La parola d’ordine dell’evento è una vita “a impatto zero” che non rinunci alla bellezza. Non solo una scelta a favore dell’ambiente, ma anche della salute di chi vive la casa e i suoi arredi. Il design come frutto di una concezione efficace dei materiali (che non contengano sostanze nocive, come solventi, petrolio, formaldeide e altri agenti tossici) e dell’intelligenza della progettazione. Un design, insomma, «sano, bello e sostenibile».

L’appuntamento per tutti è per il prossimo giovedì 19 aprile dalle 10.00 alle 20.00, quando giornalisti e pubblico potranno visitare lo spazio dell’esposizione e dare il proprio voto in una competizione sul tema del “mobile ecologico”. La premiazione finale avverrà invece durante la serata-evento del 10 maggio.

Un eco-mobile un albero

Un eco-mobile un albero

Per tutta la durata degli Eco Awards, RivaViva, in partnership con Legambiente, lancia l’operazione “Un eco-mobile un albero”: infatti per ogni prodotto venduto, RivaViva pianterà in una zona della provincia di Milano un nuovo albero che porterà il nome della persona che ha realizzato l’acquisto.

Green Island 2018

Green Island 2018

RivaViva è anche partner di Green Island 2018 di Claudia Zanfi, il primo progetto che ha portato il design per le vie del Quartiere Isola e che sviluppa da sempre azioni di divulgazione e promozione culturale nell’ambito della tutela ambientale, dell’eco-design e dell’educazione creativa al tema del verde e della sostenibilità.

Un percorso di eco-design, quello proposto quest’anno dalla diciottesima edizione di Green Island, durante Milano Design Week (17/22 Aprile 2018). Un progetto che promette di accendere di profumi e colori l’area urbana compresa tra la Stazione Garibaldi e il Quartiere Isola. Varie tappe si diramano nelle vie del quartiere, trasformate in un circuito di ‘vetrine fiorite’ segnalato da “indicazioni vegetali” disegnate sul marciapiede. Tappa principale e cuore dell’evento sarà lo Showroom di eco-arredamento RIVA VIVA di Via Porro Lambertenghi.

Qui verrà realizzata un’installazione inedita, un vero e proprio paesaggio naturale diviso in tre differenti ambienti: la stanza dei fiori (percorso botanico), la stanza dei legni ( percorso sensoriale) e la stanza della natura (percorso visivo).

La prima sala, dedicata alla FLORA, protagonista indiscussa di questa nuova edizione, mostra le bellissime opere fotografiche di Cinzia Castagna, artista piacentina appassionata di giardini e paesaggioche crea veri e propri “ritratti di fiori” capaci di catturare il momento magico della fioritura attraverso immagini di densità materica tridimensionale e viva, grazie a un sapiente gioco di luci e ombre. I fiori sono il dono più bello della natura, l’apice della vita produttiva di una pianta che a volte – come nel caso del cactus- dopo il primo germoglio, muore. Sono sculture naturali con una loro architettura interna ed esterna (basti pensare a pistillo e petali) talmente sorprendente da non sembrare vera. Sono “figure e silhouette” astratte private della dimensione spazio-temporale che si svelano ai nostri occhi nelle loro forme geometriche, seguendo tessiture e trame vegetali. Opere indiscutibilmente oggettive, ma insieme poetiche. Qualsiasi elemento vegetale (dallo stelo dei campi, alla flora spontanea lungo i torrenti, fino al fiore più complicato) nasce come oggetto di design.

Anche la successiva stanza dei legni è uno spazio tutto da scoprire perché i tipi di legname sono tantissimi e così i loro colori e profumi. Accarezzandone le superfici e gli anelli capiremo molto della storia di un albero e potremo osservare pezzi di arbusti provenienti da paesi lontani, levigati o rugosi, lisci o nodosi. Un esperto artista/falegname ci racconterà la storia di questa “materia viva” e ce la presenterà pezzo per pezzo, evidenziandone le caratteristiche.

In ultimo la sala della natura, costruita per coinvolgere visivamente ed emotivamente chi entra, trasportandolo in una dimensione altra. Fatta di foglie che sussurrano, alberi che respirano e cascate che scrosciano con fragore. Le immagini e i suoni faranno viaggiare il visitatore dentro boschi e praterie, grotte gocciolanti o prati fioriti. In un attimo il rumore e la monocromia grigia della città resteranno alle nostre spalle e ci ritroveremo immersi in un carnevale di colore.

Loading...